26 Maggio 2024

Un incontro di grande interesse si svolgerà lunedì 8 Gennaio 2024 , alle 17.00, presso la Sala Colombo. UniTre Barga è lieta di ospitare il dott. Roberto Landi, neurologo, che tratterà il tema di:
“Come prevenire e come reagire alla malattia neurodegenerativa”.

Roberto Landi è già intervenuto tra noi proprio il 27 Maggio 2023 appena trascorso, nel Convegno che abbiamo organizzato a Barga, in occasione del Decennale di UNITRE BARGA: “L’Educazione degli Adulti per le competenze e per il Benessere delle Persone”. Fulcro del convegno fu la presentazione del libro sugli Adulti Ancora A Scuola, l’esperienza di educazione al digitale ed oltre, dal 2020 al 2022, raccolta nel volume “RICORDI DAL VIAGGIO – La vicenda fantastica nell’isola delle mascherine”. Una storia di apprendimento e di invecchiamento attivo.

Egli illustrò il valore neurologico della attività di apprendimento nella educazione degli adulti. Eravamo rimasti con l’acquolina in bocca, e gli chiedemmo di tornare a farci visita. Ci ha accontentati e il prossimo Lunedì una sua nuova conferenza ci permetterà di riflettere sulle possibili anomalie di funzionamento del nostro sistema neurovegetativo.

Le patologie neurodegenerative sono disturbi che colpiscono progressivamente i neuroni del sistema nervoso centrale, portando ad un progressivo deterioramento delle funzioni cerebrali e/o motorie. Queste malattie sono caratterizzate dalla neurodegenerazione, cioè dalla morte progressiva delle cellule nervose.
Alcuni esempi di condizioni neurodegenerative includono il morbo di Alzheimer, la demenza con corpi di Lewy e molte altre.
La malattia di Alzheimer è caratterizzata da una progressiva perdita di memoria e capacità cognitive, nonché da cambiamenti nel comportamento e nella personalità. La malattia di Parkinson si manifesta con tremori, rigidità muscolare e difficoltà motorie.
La demenza a corpi di Lewy presenta sintomi simili alla malattia di Alzheimer, ma con allucinazioni visive e difficoltà di coordinazione motoria.
Queste patologie sono principalmente di origine genetica o idiopatica, vale a dire che la loro causa esatta è sconosciuta.
Sono spesso incurabili e i trattamenti attuali mirano principalmente ad alleviare i sintomi e a rallentare la progressione della malattia. Sono in corso ricerche per comprendere meglio queste malattie e sviluppare nuovi trattamenti.
Nell’incontro verrà affrontata la prevenzione insieme alle nostre possibilità di reazione di fronte all’insorgenza di una patologia neurodegenerativa.

clicca e vai alla presentazione relativa alla conferenza del Convegno di Maggio 2023 “L’apprendimento continuo e la salute. Invecchiamento attivo.”

 

 

Roberto Landi si è laureato a Pisa nel 1979 con il massimo dei voti, ha praticato attività universitaria sino al 1983, quando, finita la specializzazione in neurologia, ha ottenuto la convenzione per la Medicina Generale, che ha svolto sino al gennaio del 2023. Abbandonate la vita di medico di famiglia, si dedica esclusivamente all’attività di neurologo. Attività che in tutti questi anni ha sempre praticato in libera professione, partecipando anche in qualità di relatore e di moderatore a moltissimi convegni nazionali. Attualmente pratica la libera professione in Toscana e lavora come neurologo specialista all’interno dell’Ospedale di Castelfranco Veneto (TV).
A Pisa ha l’incarico di Coordinatore al Corso di Formazione Specifico in Medicina Generale, svolge regolarmente seminari di neurologia agli aspiranti medici di famiglia. I suoi settori di competenza riguardano tutte le patologie del sistema nervoso centrale e periferico, in particolare le cefalee, le vasculopatie cerebrali, le patologie neurodegenerative (demenze, parkinson), epilessia, tremori, vertigini, fibromialgia, spasmofilia, disturbi psichiatrici connessi a queste patologie.
La lunga esperienza di medico di medicina generale gli permette di inquadrare il paziente a 360°, consapevole che oltre alla visita in ambulatorio è proponibile la sua presenza anche nell’ambiente familiare, per aiutare la gestione delle situazioni complesse connesse alle patologie.

Definito “il medico della gente”, è stimato dai suoi pazienti che gli riconoscono grandi doti di umanità, professionalità e passione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *