21 Maggio 2024

LEARNING THROUGH PLAY- spunti per la didattica multidisciplinare e creativa della lingua inglese.

0

COMUNICATO STAMPA – Un libro dei bambini e per i bambini nato all’interno dei Progetti Scuola promossi da Comune di Siena e Teatri di Siena, in collaborazione con due associazioni barghigiane molto attive in ambito culturale Venti d’Arte APS e Unitre Barga e con il patrocinio del Comune di Barga, verrà presentato nella Sala Colombo di Barga, venerdì 17 febbraio alle ore 17:30.

La presentazione del volume illustrato Learning through play, spunti per una didattica multidisciplinare e creativa della lingua inglese, si terrà alla presenza degli operatori che hanno curato il progetto e sarà introdotto da Lucia Morelli e Sonia Ercolini, le presidenti delle due associazioni promotrici. L’evento è gratuito e aperto alla partecipazione della cittadinanza fino ad esaurimento dei posti.

Il progetto editoriale legato a Learning through play, a cura di Burcu Duran Tomei e Francesco Tomei nasce con lo scopo di documentare l’attività didattica svolta in lingua inglese con la scuola primaria Pascoli dell’Istituto Comprensivo Mattioli di Siena nell’anno scolastico 2021-22 che si sviluppa in un’ottica laboratoriale di scritture collettive nate dai piccoli studenti che trattano temi di educazione civica in lingue inglese, alcune in forma di prosa e altre pensate per essere drammatizzate. Il progetto di didattica ha coinvolto in parallelo anche la Primaria Colleverde del medesimo Istituto Comprensivo Mattioli dove sono state allestite nello scorso mese di giugno rappresentazioni teatrali in lingua inglese. Si presenta il libro a Barga non solo perché è la sede dell’associazione, ma perché il volume di prossima pubblicazione sarà anche un utile supporto alla didattica per tutti gli istituti scolastici che sono interessati a conoscere il metodo. Il format, infatti, si sta diffondendo nelle scuole senesi ed è ormai permanente in tre diversi istituti comprensivi della città di Siena.

Il progetto Learning through Play, dicono gli ideatori, «nasce dalla convinzione che si possa fare una buona didattica della lingua inglese con un approccio laboratoriale e pratico coinvolgendo i bambini in esperienze ludiche, artistiche, sensoriali, motorie che gli regaleranno la possibilità di vivere la lingua inglese come un vero e proprio strumento di comunicazione all’interno di un contesto ludico». Le insegnanti che hanno aderito alla proposta del Comune hanno creduto fin da subito nella sua validità adattando, in accordo con gli esperti, gli interventi da effettuare nelle classi.

La finalità del progetto e delle istituzioni che lo hanno sostenuto è stata quella di promuovere competenze trasversali metacognitive, comunicative e sociali, richiamando, attraverso attività giocose, contenuti interdisciplinari. I linguaggi utilizzati sono stati la parola, il gesto, il ritmo, il suono e il canto. Sono state proposte attività inclusive e coinvolgenti, regalando agli alunni momenti di socialità che sono rimasti impressi anche in questo volume con gli scritti e le illustrazioni realizzate dai bambini. Leggere, recitare e cantare sono attività fondamentali nello sviluppo cognitivo, emotivo, sociale del bambino per scoprire e arricchire il lessico, per costruire significati, per conoscere le tecniche espressive, per sviluppare il pensiero critico, il pensiero divergente, per scoprire “il gusto dell’arte”.

Progetti Scuola come questi, realizzati grazie alla sinergia di enti pubblici e associazioni, sono pensati per unire teatro, musica e insegnamento della lingua inglese con l’obiettivo formativo di stimolare i bambini alla conoscenza del corpo e delle emozioni e sono un contributo importante per sviluppo e la crescita delle nuove generazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *