26 Maggio 2024

Marco Pardini, le piante del Natale, alla Sala Colombo

0
marco pardini

Il Prof. Marco Pardini, naturopata, operatore di medicina naturale, esperto di filosofie orientali, lunedì 12 dicembre, propone un incontro sul tema

 Le piante di Natale

È già stato  con noi nel gennaio 2019 con Le erbe spontanee, la grammatica verde della nostra terra e nel novembre dello stesso anno con Le piante medicinali nella storia locale.

Il 9 maggio scorso, lunedì di conferenza per i soci e simpatizzanti di UniTre, ha accompagnato i partecipanti all’aperto, nel giardino di Palazzo Gherardi, in una passeggiata etnobotanica per individuare e descrivere alcune piante tipiche del territorio barghigiano, loro proprietà ed utilizzo.
In questi anni, durante i mesi estivi, nel giardino di Palazzo Gherardi, ha presentato nell’ambito degli Incontri Letterari i suoi meravigliosi libri Il Piantastorie e Erbario Poetico.
Laureato in Lettere antiche, ha poi compiuto un percorso formativo durato 5 anni con la scuola Paracelsus di Zurigo diventando uno specializzato in cure naturali, non invasive, che attingono alle tradizioni erboristiche antiche, millenarie, quasi tutte trasmesse oralmente, ma in concerto con la moderna visione scientifica. Nei suoi libri tiene a precisare che le cure naturali proposte vanno condivise con il medico perché le sostanze chimiche presenti nelle piante non siano controindicate per farmaci che si stanno assumendo.
I suoi studi approfonditi l’hanno portato a fare ricerche presso gli uomini-medicina dei nativi americani, degli aborigeni australiani e in Equador. È uno dei fondatori e, attualmente, Presidente dell’Associazione Culturale Il cerchio di pietre, con sede a Viareggio, che si occupa di approfondire le antiche spiritualità e le conoscenze medico-magiche.
Da diversi anni è un grande divulgatore televisivo di etnobotanica per NOITV  in “I colori del Serchio”. Svolge lezioni e percorsi orientati all’identificazione delle piante in diverse zone d’Italia.

Dallo scorso ottobre, su invito del Comune, anche qui a Barga, all’interno del Parco Buozzi, tiene mensilmente fino a tutto il 2023, lezioni di etnobotanica aperte a tutti.
Con un entusiasmo davvero coinvolgente definisce le piante come compagni di viaggio, meravigliose creature, in stretta relazione con noi. Una passione nata fin da bambino che si è incontrata con gli insegnamenti ricevuti a scuola e con quelli della medicina ancestrale di montagna trasmessa dalle nonne levatrici e dal pastore-guaritore Adelmo, che l’hanno guidato a scoprire importanti segreti delle piante (erbe ed erbi) fino ad essere oggi un grande naturopata e narratore etnobotanico.

Nei suoi libri scopriamo l’etimologia affascinante dei nomi di ogni specie e il sapere si allarga, si nutre del mondo greco e latino, dei miti, delle divinità classiche, di fiabe e credenze. Non troviamo semplici descrizioni, ma un fluire di magiche connessioni tenute magnificamente insieme.
“Sono un Apuano, afferma, un figlio di questa terra, verde, rigogliosa…In effetti sono nato e cresciuto in una sorta di paradiso terrestre. Un colle erboso e fertile. Una terrazza panoramica proprio sopra il paese di Casoli di Camaiore, in Versilia…”

(a cura di Maria Lammari)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *